Studio Odontoiatrico Associato Rieppi Zangrando > Attività clinica > Terapia di mantenimento > Terapia di Mantenimento – Approfondimenti

Terapia di Mantenimento – Approfondimenti

mantenimento_appr

L’igiene orale e la rivalutazione periodica

Pulire bene i denti e mantenere la salute del cavo orale significa prevenire patologie e trattamenti complessi. La terapia di mantenimento, o ‘igiene‘, viene effettuata da personale specializzato che, oltre alla detersione professionale degli elementi dentari, si preoccupa di fornire al paziente le informazioni necessarie per la cura quotidiana dei denti e del cavo orale. Un paziente motivato e padrone di una corretta tecnica di manutenzione domiciliare, infatti, controlla efficacemente la quantità e la qualità dei batteri presenti nella sua bocca. Un dente privo di tartaro e di placca non viene attaccato dalla carie e dalla parodontite e rimane in salute nel tempo.

Durante la seduta, l’operatore cerca di individuare sul nascere eventuali patologie e permettere così che l’odontoiatra esegua una cura tempestiva, efficace e poco invasiva. Vengono inoltre rilevate situazioni di rischio da verificare alla seduta successiva e rivalutate cure precedentemente eseguite, anche presso altri studi. La terapia di mantenimento ha infatti come obiettivo non secondario quello di prolungare l’utilizzo dei restauri già eseguiti evitandone o posticipandone quanto possibile il rifacimento.
La riduzione degli interventi sul singolo elemento dentario può avere un impatto decisivo per la sua sopravvivenza nel lungo termine. Noi desideriamo che i nostri pazienti conservino la loro dentatura naturale quanto più possibile efficace per tutta la vita.

Vedere periodicamente il proprio igienista è dunque fondamentale e per questo lo Studio stila assieme ai suoi pazienti un calendario di sedute di igene orale cadenzate sulle esigenze del singolo individuo, in aggiunta alle quali viene programmata ogni 12-24 mesi una visita di controllo con l’odontoiatra responsabile del piano di trattamento, la rivalutazione periodica.
Durante questa visita vengono ricontrollati denti e tessuti, rianalizzati i dati della terapia di mantenimento, rivalutato il rischio di carie e di malattie dell’osso e della gengiva, controllati eventuali piani di trattamento in attesa di esecuzione o completamento, sempre nell’ottica di una riduzione degli interventi odontoiatrici e di una minima invasività del trattamento.

Placca e tartaro

La placca é formata da un insieme organizzato di batteri che si depositano sul dente, creando una pellicola visschiosa. Se non rimossa con l’uso quotidiano e corretto dello spazolino e del filo interdentale, la placca si mineralizza e indurisce, trasformandosi in tartaro. Questo potrà essere eliminato solo con l’intervento dello specialista.
I batteri del cavo orale producono sostanze che demineralizzano lo smalto provocando la carie dentale e tossine che attaccano il sistema di ancoraggio dei denti all’osso e alla gengiva causando gengiviti e parodontiti.